Utility per il calcolo dei costi di formazione d'Aula ed eLearning.

Seleziona la tipologia di Corso:
•  Formazione Annuale
•  Singolo Corso
•  Conversione Aula-eLearning


Valutazione Costi Formazione Annuale

 
Dipendenti soggetti a formazione (N°)
Salario medio lordo annuo dipendenti in formazione (€)
Giornate d'aula erogate all'anno per singolo dipendente (gg)
Tempo medio di percorrenza dalla sede di lavoro all'aula (andata+ritorno) (h)
Percentuale obiettivo di giornate d'aula trasformabili in elearning (%)
 

Esempio.
Assumiamo che un tipico dipendente:

  • Costi all’azienda € 40.000 lordi, stipendio + benefit all’anno.
  • Stimiamo che il suo tempo lavorativo annuo sia di 230 gg (dedotte le ferie, le festività, i week end, le assenze etc etc). questo comporta che la sua paga giornaliera sia di 173,91 Euro. In un corso di 5 giorni sarebbe € 869,57. Questo senza eventuali tempi di spostamento ed eventuali pranzi e/o pernottamenti.
  • In alcuni casi il ruolo del dipendente potrebbe far calcolare la mancata prestazione e/o vendita come elemento da aggiungere alla stima dei costi puri. In effetti la produttività del personale in training mentre partecipa al training è pari a 0 e possiamo quindi assumere che per l’azienda, il valore di € – 869,57 corrisponde all’impatto “minimo” che la formazione d’aula ha sulla produttività del nostro impiegato.
Se invece come risultato della nostra azione di eLearning riusciamo a ridurre di 3 giorni il corso d’aula (che passa quindi da 5 a 2 giorni) allora il nuovo costo di produttività si riduce a € 608,70 con un risparmio di € 260,87 (Assumendo che il costo dell’eLearning sia pari al 50% del costo d’aula ovvero [(173,91*3)/2]) .



Moltiplicando questo risultato per i 1000 discenti (colonna B) avremo quindi una stima molto approssimativa di risparmio (in termini di puro costo studente) pari a € 260.869,57. E l’analisi vale anche per un numero più ristretto di discenti, come ad esempio 500 (Caso 3).


[Rosenberg MJ . Chapter 8 211-231 in: Rosenberg MJ eLearning strategies for delivering knowledge in the digital area Mc Graw Hill 2001]